MAURO CARBONI
Maestro per i corsi di perfezionamento per danzatori Agora Coaching Project di Reggio Emilia diretti da Michele Merola ed Enrico Morelli e Maitre de Ballet per MM Contemporary Dance Company e Agora Coaching Project.
Consegue nel 2009 il Diploma Accademico di II livello per la formazione dei docenti in discipline coreutiche, indirizzo danza classica col massimo dei voti dell’Accademia Nazionale di Danza di Roma
Per 10 anni anima della Compagnia di danza contemporanea Arte Balletto diretta da Milena Zullo, si esibisce in quasi tutte le produzioni della coreografa romana ed in rinomati Rassegne nazionali ed internazionali. Dal 1995 poi, e per le produzioni di quegli anni, lavora al fianco della Zullo come assistente alle coreografie e Maestro di compagnia.
Nel 2001 è chiamato da Paola Leoni nella compagnia del Balletto di Sardegna e fino al 2005 danza in creazioni di Dino Verga, Gabriella Borni, Guido Tuveri, Milena Zullo e Giovanna Summo.
Nel 2003 con lo spettacolo Tra le corde ideato e coreografato da Milena Zullo, crea il gruppo Trois Mouvements con il chitarrista Andrea Vettoretti e il pianista Corrado De Bernart. Fino al 2005 Il gruppo è invitato in lunghe tournée in Messico, Spagna e Francia in importanti Festival Chitarristici internazionali.
Coltiva la sua passione per le danze antiche e la ricerca storica collaborando con Claudia Celi ed Andrea Toschi de Il Teatro della Memoria
Conclude la sua carriera come danzatore nel 2010 nella Compagnia del Balletto Mimma Testa dove danza in creazioni di Stefanella Testa e Michele Pogliani per la regia di Laura Saraceni.
Come insegnante dal 1993 al 2013 segue i corsi di Danza classica e Repertorio nel Centro Arte Balletto di Roma diretto da Milena Zullo. In quegli anni in qualità di assistente alle coreografie prepara numerose allieve che vincono ripetutamente nei più rinomati Concorsi internazionali italiani per danzatori.
Nel 2010 è chiamato per due anni a tenere il III e VI corso di tecnica accademica presso la Maison de la danse diretta da Denis Ganio.
Nel 2012 e 2013 vince il Premio Propedeutica alla pedagogia della danza al Concorso Pierrot Danza consegnato dalla Prof.ssa Elena Vit.
Coltiva ed alimenta, fino al 2014 la sua passione per il teatro e per la danza collaborando con la rivista on line http://www.gbopera.it/ diretta da Giorgio Bagnoli recensendo i maggiori ed importanti eventi della danza romana e dell’Emilia Romagna.


LISA MARTINI
Insegnante di tecnica di danza classica e Pilates per i corsi di perfezionamento Agora Coaching Project diretti da Michele Merola ed Enrico Morelli e per MM Contemporary Dance Company.
Dal 1981 al 1992 frequenta la Scuola del Balletto di Toscana a Firenze diretta da Cristina Bozzolini e nel 1990 frequenta il corso di perfezionamento di danza classica presso l’Ecole Superieure de Danse Rosella Hightower a Cannes, Francia.
Nel 1992 si diploma presso l’Istituto d’Arte di Firenze. Lo stesso anno entra nella Compagnia del Balletto di Toscana diretta da Cristina Bozzolini, avendo cosi` la possibilita` di lavorare con coreografi di fama internazionale, quali Virgilio Sieni, Fabrizio Monteverde, Mauro Bigonzetti, Cesc Gelabert, Roberto Zappala`, Hans Van Manen, Angelin Preljocai, S. Tosse, Ed Wubbe, M. Pogliani, P. Mohovic, G. P. Bucchieri, E. Scigliano, Bob Wilson e altri ancora.
Nel 2001 entra a far parte della Compagnia Aterballetto – Fondazione Nazionale della Danza diretta da Mauro Bigonzetti a Reggio Emilia, interpretando tutte le sue produzioni coreografiche, oltre a danzare i repertori di Jiri ́ Kylian, Walter Matteini, E. Sciliano, V. Longo, Ohad Naharin, I. Galili, H. Oguite e altri ancora.
Nel 2011 lascia Aterballetto e frequenta il corso di formazione professionale di Pilates Matwork metodo STOTT PILATES® di MerrithewTM a Milano.
Collabora con il Nido Scuola Choreia di Reggio Emilia e il Centro Internazionale Loris Malaguzzi su Progetti Corpo Movimento Nido Scuola 0/6 anni.
E` inoltre insegnante ospite per compagnie di danza quali Aterballetto – Fondazione Nazionale della Danza e Ballet Preljocaj.


STEFAN FERRY
è nato a Belfort, in Francia, nel 1975, e ha iniziato a studiare danza classica nel 1982.
Dal 1991 al 1994, ha studiato al Conservatorio Nazionale Superiore di Musica e di Danza di Parigi, ricevendo il Prix de Conservatoire Supérieur de Paris con menzione d'onore alla fine degli studi. È stato danzatore con Les Ballets de Monte-Carlo sotto la direzione di Jean-Christophe Maillot dal 1994 al 1999, esibendosi in repertorio di Maillot, Balanchine, Forsythe, Kylián, Neumeier e altri.
Nel 1998 e nel 1999, ha creato due brevi lavori di danza per il Workshop di Les Ballets de Monte-Carlo. Ferry è entrato a far parte della Batsheva Dance Company nel 1999 e ha ballato con la compagnia fino al 2008, eseguendo opere di Ohad Naharin, Mats Ek, William Forsythe, Sharon Eyal, Barak Marshall, Ruth Ziv-Eyal, John Jasperse e altri.
Dal 2003 al 2008 ha prodotto Batsheva Dancers Create e ha coreografato brevi lavori per questi programmi annuali.
Nel 2007-2008, Stefan è stato direttore delle prove per Furo di Ohad Naharin. Ha ricevuto il premio Yair Shapira nel 2005.
Ferry ha una vasta esperienza come insegnante. Nel 2006, ha lavorato con la scuola di danza di Even Eyuda, dove ha insegnato lezioni e coreografia. Ha tenuto un corso estivo di lezioni di danza con Movement, organizzato da Ran Adari, nel 2007 e nel 2008, e ha insegnato danza al Chlore Center di Kfar Bloom nel 2008. Stefan è insegnante di Gaga dal 2008. Oltre a insegnare regolarmente le lezioni, ha diretto workshop Gaga per studenti nel Villaggio della Gioventù Agahozo-Shalom in Ruanda nel giugno 2009 e negli Ateliers de Paris - Carolyn Carlson nel novembre 2009.


EUGENIO SCIGLIANO
Nato a Cosenza nel 1968, ha iniziato i propri studi di danza con Maestri provenienti dal Teatro dell’Opera di Bucarest, in seguito si è perfezionato alla Scuola del Balletto Nazionale del Canada, a Toronto. Rientrata in Italia debutta nel Balletto di Toscana nel 1986, interpretando ruoli impegnativi in tutte le produzioni della Compagnia, divenendone elemento di spicco.
Nella Stagione 1992-93 lascia temporaneamente il Balletto di Toscana per un’importante esperienza professionale come solista nell’English National Ballet, dove interpreta importanti ruoli nel “Lago dei Cigni” di Raisa Struchkova, in “Romeo e Giulietta” di Frederick Ashton e in “Sphynx” di Glenn Tetley. Rientrato nel Balletto di Toscana riprende il suo ruolo di protagonista nelle creazioni dei più apprezzati autori italiani, quali Mauro Bigonzetti, Fabrizio Monteverde e Virgilio Sieni, nonché in quelle di importanti coreografi europei quali Van Manen, Bruce, Preljocaj, Gelabert, Christe, Wubbe. Nel 1994 riceve il Premio “Danza & Danza” quale migliore danzatore italiano. Nella metà degli anni ’90, su invito di Cristina Bozzolino, crea le sue prime coreografie: “Passaggio”, su musiche di Serra e “Grief”, su musiche di Sakamoto, tutte per il Balletto di Toscana. Conclusa l’esperienza con la Compagnia fiorentina, nel 2001, su invito di Mauro Bigonzetti entra nell’Aterballetto, partecipando come solista nella ripresa del repertorio della Compagnia ed alla mesa in scena delle coreografie di Bigonzetti e Forsythe. Per la Compagnia emiliana crea nello stesso anno “Blue”, su musica di Part. Conclusa la sua esperienza di danzatore, nel 2004 si dedica interamente alla coreografia ed all’insegnamento come “free lance”, particolarmente impegnato nella Scuola del Balletto di Toscana a Firenze; nello stesso anno, su invito del direttore P. Mohovic, crea per la Compagnia Esperia il balletto “Metamorfosi notturne”, su musiche di Ligeti. Riallestice “Noon” per il Balletto di Roma e crea per il gruppo Versilia Danza il brano “Waiting for white Visions”. Per lo Junior Balletto di Toscana crea nel 2005 il balletto “Shabby”, su musiche di Part, nel 2007 un doppio passo a due dal titolo “Dust”, su musiche di Chopin e nel marzo 2008 propone una nuova scrittura coreografica del balletto “Jeux”, su musiche di Debussy, nel programma “Sulle tracce di Diaghilev”, co-prodotto dalla Fondazione I Teatri di Reggio Emilia. Nel 2009 crea per l’Aterballetto “Casanova”. Nel Marzo 2010 ha debuttato a Torino la sua rivisitazione de “L’Apres midi d’un Faune”, su musica di Debussy, per il Balletto dell’Esperia. Per la compagnia Junior Balletto di Toscana “Del Domani non v’è certezza”, ispirata alla famosa quartina di Lorenzo il Magnifico. Nel Dicembre 2011 ha debuttato a Danzica, in Polonia, con una nuova “Cenerentola” su musica di Prokofiev, per la Compania Baltic Dance Theater di Danzica. Nel 2013 per la Compagnia Junior Balletto di Toscana crea una nuova versione di “Giselle” (Premio Danza & Danza come migliore produzione dell’anno). Nel 2014 la Compagnia Aterballetto ha debuttato con una sua nuova creazione “Don Q” ispirata al Don Chisciotte di Miguel de Cervantes. Nel 2105 “Lost Shadows” sempre per Aterballetto. Per la stagione 2016/2017 il Teatro alla Scala gli ha commissionato una nuova versione del balletto “Sheherazade” su musiche di Rimsky Korsakov.


EMANUELE SOAVI
Emanuele Soavi inizia i suoi studi di danza a Ferrara e successivamente presso il Balletto di Toscana a Firenze diretto da Cristina Bozzolini. Dal 1996 inizia a lavorare in diversi teatri italiani tra cui il Teatro Petruzzelli di Bari, il Teatro dell'Opera di Roma e il Gran Teatro La Fenice di Venezia. Nel 1998 si trasferisce in Germania dove lavora per tre anni come solista per il Ballet Dortmund sotto la direzione delle coreografe Jean Renschaw e Mei Hong Lin, per poi passare in Olanda nella celeberrima compagnia Introdans diretta da Ton Wiggers e Roul Voorintholt.
Durante la sua carriera interpreta lavori di numerosi coreografi tra cui Maurice Béjart, Jiri Kylian, Hans van Manen, Nils Christe, Renato Zanella, William Forsythe, Ton Wiggers, Nacho Duato, Karole Armitage, Mats Ek.
Dal 1999 Soavi inizia il suo lavoro di coreografo creando pezzi per Theater Dortmund, Staatstheater Regensburg, TheaterAachen, Introdans, Theater Heerlen Limburg, Staatstheater am Gartnerplatz di Monaco di Baviera, Dansateliers Rotterdam, Artez Dance Academy Arnhem, Hochschule für Musik und Tanz Köln, MM Contemporary Dance Company e AGORA Coaching Project a Reggio Emilia. Dal 2003 è membro fondatore del movingtheatre.de. Con la compagnia movingtheatre.de partecipa a numerosi festival di danza tra cui Bolzano Danza, Mittelfest a Cividale del Friuli, Festival Shakespeare in Matarò, SAT Festival e Festival Tantarantana in Barcelona, Schrittmacher Festival in Aachen, Festival Stummer Schrei in Tirolo, Tanzwoche Dresden, Odeon Tanz Vienna, Internationales Tanzfestival Kassel, Solotanzfestival Bonn, Move Festival in Krefeld, Kindertanzfestival Kiel; le sue coreografie sono anche presentate in città come Amsterdam, Berlino, Düsseldorf, Roma, Rotterdam, Sabadell, Stoccarda.
Oltre a ricevere numerose menzioni critiche ed essere selezionato con i suoi lavori per il Prix Dom Perignon dell’Hamburg Ballett e il Kuopio Dance Festival in Finlandia, nel 2009 riceve il premio “Dance Award di Colonia” con la produzione Site Specific, e nel 2011 viene premiato come miglior performer con il “Darstellerpreis Cittá di Colonia” per il suo spettacolo PANcomplex.
Dal 2012 prende la direzione artistica, sempre a Colonia, del collettivo Emanuele Soavi Incompany, concentrandosi in progetti che esplorano discipline diverse, insieme ad artisti e teatri europei e internazionali. Una delle sue ultime produzioni è Peter and the Wolf presso lo Staatstheater am Gartnerplatz di Monaco di Baviera.